Filippo De Pisis. Ritratto d'Artista. una Vita per l'Arte Piena di Vita.

Cetta Francesco

Verlag: Aion, 2016
ISBN 10: 8898262337 / ISBN 13: 9788898262335
Neu / Soft cover / Anzahl: 1
Verkäufer Libro Co. Italia Srl (San Casciano Val di Pesa, FI, Italien)
Bei weiteren Verkäufern erhältlich
Alle  Exemplare dieses Buches anzeigen

Über dieses Buch

Leider ist dieses Buch nicht mehr verfügbar. Bitte geben Sie Suchbegriffe in das untenstehende Formular ein, um ähnliche Exemplare zu finden.

Beschreibung:

Firenze, 2016; br., pp. 448, ill. b/n e col., cm 17x24. (Saggi). Filippo De Pisis è stato uno dei più originali artisti europei della prima metà del Novecento, su cui tanto è stato scritto. Il presente saggio non segue il percorso utilizzato finora da altri critici e biografi. Non aspira ad essere sistematico, o "esaustivo". Anzi, al contrario, tratta del personaggio De Pisis, dell'uomo De Pisis, dell'artista De Pisis "a volo d'uccello". Come sarebbe piaciuto a lui. Saltando da un ambito all'altro, da un posto all'altro, da un momento all'altro. Con il risultato di uno "spaesamento temporo-spaziale", che è poi la cifra ricorrente della sua arte, e che è alla base delle sue "nature morte marine", forse il suo contributo più originale. De Pisis "poeta della pittura", capace di "cavalcare col pennello un raggio di luce". Che fa sentire "l'azzurro cielo in un istante odorar di giacinto". In un tutt'uno tra sensazioni sonore, vibrazioni cromatiche, emozioni luminose, onde di profumo. Capace di indurre "piacere sinestesico", con la partecipazione contemporanea di tutti i sensi. Il saggio apre a considerazioni critiche sulla genesi del "fare artistico" e prova a scandagliare i meccanismi reconditi del genio e della creatività. E la loro frequente associazione con la "diversità", l'anomalia, la patologia. Indaga in maniera approfondita non solo il contesto culturale di formazione dell'artista e la sua personalità in confronto allo spirito del tempo, ma anche le basi innate del talento creativo e le interazioni tra genetica ed epigenetica, mediate dall'ambiente circostante. Contiene altre novità, anch'esse mutuate dalla pregressa esperienza clinica dell'Autore, come l'analisi delle "correlazioni genotipo-fenotipo" e la sottolineatura della "diversità", come cifra costante del "creativo". Cioè, lo studio delle opere non deve avvenire "in maniera staccata" come "oggetto a sè", come "altro" rispetto all'artista che le ha prodotte, ma in stretta correlazione con il vissuto quotidiano, con il tormento interiore dell'artista, oltre che con l'ambiente in cui vive. Inoltre, tutti i "grandi creativi", gli innovatori, dagli scienziati agli artisti, sono dei "diversi", tra loro molto più simili di quanto ritenuto in precedenza, ma che si discostano notevolmente dalla "popolazione normale", e che non possono essere valutati con lo stesso metro di giudizio dei "normali". Per la prima volta le due condizioni anomale di De Pisis, la sua "diversità" come omosessuale, e la "malattia", che lo affligge in maniera significativa negli ultimi dieci anni di vita, sono considerate come prerequisito indispensabile per comprendere e per valutare la sua opera e la sua produzione come pittore. Si tratta di un ritratto certamente incompleto, ma anche inconsueto, non banale. Di un pittore "colto", di un artista che giunge tardi alla pittura, dopo essere stato poeta, letterato, critico d'arte e conferenziere, entomologo, raccoglitore di un erbario, e "osservatore darwiniano". Un artista saltellante, scoppiettante di vita che, nei momenti felici, vuole trasmettere agli altri - e ci riesce - la sua "gioia di vivere". Che è poi l'essenza della sua creatività. Quando questa gioia di vivere, a causa della malattia organica e psichica, si attenua fino a scomparire, anche l'arte di De Pisis declina. Ne esce il quadro di un personaggio complesso, problematico, introverso, tormentato. Certamente sognatore e profondamente ambizioso. Uno che aspira a lasciare un segno di sé nella storia. A fare in modo che la sua non sia una vita vana. Un "diverso", dotato di particolare sensibilità. Che ama stare tra la folla, ma immerso nei suoi pensieri. Che non "si intruppa". Che ama la sua "singolarità" e "diversità". Ma che ha anche un "disperato bisogno di omologazione" con gli altri, con la gente normale. E questo lo rende incredibilmente umano, vicino, sempre attuale. Un artista moderno, a tutto tondo. Francesco Cetta, nato a Cosenza nel 1949, laureato in Medicina nel 1973, P. Buchnummer des Verkäufers 3127158

Bibliografische Details

Titel: Filippo De Pisis. Ritratto d'Artista. una ...
Verlag: Aion
Erscheinungsdatum: 2016
Einband: Soft cover
Zustand: new

ZVAB ist ein Internet-Marktplatz für neue, gebrauchte, antiquarische und vergriffene Bücher. Bei uns finden Sie Tausende professioneller Buchhändler weltweit und Millionen Bücher. Einkaufen beim ZVAB ist einfach und zu 100% sicher — Suchen Sie nach Ihrem Buch, erwerben Sie es über unsere sichere Kaufabwicklung und erhalten Sie ihr Buch direkt vom Händler.

Millionen neuer und gebrauchter Bücher bei tausenden Anbietern

Antiquarische Bücher

Antiquarische Bücher

Von seltenen Erstausgaben bis hin zu begehrten signierten Ausgaben – beim ZVAB finden Sie eine große Anzahl seltener, wertvoller Bücher und Sammlerstücke.

ZVAB Startseite

Erstausgaben

Erstausgaben

Erstausgaben sind besondere Bücher, die den ersten Abdruck des Textes in seiner ursprünglichen Form darstellen. Hier finden sie Erstausgaben von damals bis heute.

Erstausgaben

Gebrauchte Bücher

Gebrauchte Bücher

Ob Bestseller oder Klassiker, das ZVAB bietet Ihnen eine breite Auswahl an gebrauchten Büchern: Stöbern Sie in unseren Rubriken und entdecken Sie ein Buch-Schnäppchen.

Gebrauchte Bücher

Mehr Bücher entdecken