Io e la Sicilia.

De Carlo, Giancarlo

Verlag: Giuseppe Maimone Editore, 1999
ISBN 10: 8877511427 / ISBN 13: 9788877511423
Neu / Soft cover / Anzahl: 1
Verkäufer Libro Co. Italia Srl (San Casciano Val di Pesa, FI, Italien)
Bei weiteren Verkäufern erhältlich
Alle  Exemplare dieses Buches anzeigen

Über dieses Buch

Leider ist dieses Buch nicht mehr verfügbar. Bitte geben Sie Suchbegriffe in das untenstehende Formular ein, um ähnliche Exemplare zu finden.

Beschreibung:

Catania, 1999; br., pp. 72, 10 ill. b/n, cm 14x21,5. (Ossidiana). Il volume nasce in concomitanza del conferimento della Laurea honoris causa in Lettere all'architetto Giancarlo De Carlo, celebrata l'8 ottobre 1999 presso l'Università di Catania, istituzione con la quale, insieme all'ateneo urbinate, l'architetto ha intrattenuto il più lungo e continuo rapporto di attività. Nella Laudatio a Giancarlo De Carlo, Giuseppe Giarrizzo ne traccia il percorso di vita, la sua formazione, i suoi studi, i suoi interessi attraverso un alternarsi di testimonianze e rievocazioni, fino a definirne la figura dell'intellettuale, le scelte ideologiche, la personalità creativa. E rammenta l'occasione del loro incontro, più di vent'anni fa, quando l'Università di Catania lo chiamò a far parte della Commissione giudicatrice di un concorso di idee relativa al restauro del Monastero di San Nicola, sede della Facoltà di Lettere e Filosofia. Il volume contiene due scritti dell'Autore. Il primo intitolato "La mia esperienza della Sicilia" in cui De Carlo, attraverso un racconto suggestivo, racconta come la sua esperienza della Sicilia si sviluppò dapprima indirettamente, da quando, dopo aver vissuto i primi due anni e mezzo a Genova con i genitori, andò a vivere con i nonni paterni a Livorno i quali parlavano tra loro siciliano. Dopo un breve rientro a Genova si trasferì con i nonni in Tunisia dove gli italiani per la gran parte erano di origine siciliana. Ed è lì che fra il 33 o il 34 sentì parlare di Vitaliano Brancati, "un implacabile analizzatore delle più sottili sfumature della dualità siciliana". Successivamente, nel 44 a Carrara, conobbe Alfonso Failla amico di Elio Vittoriani. Fu grazie a Vittoriani, racconta De Carlo, che conobbe i più poetici misteri della Sicilia. Rammenta che, quando nel 1979 fu invitato a partecipare allo studio di un Piano Programma per la ristrutturazione urbanistica e architettonica del centro storico di Palermo, la città si rivelò meravigliosa, nonostante le contraddizioni organizzative degli spazi urbani. E giunge infine a narrare della sua seconda esperienza diretta della Sicilia, la più profonda e avvincente, che dura da più di vent'anni, riguardante il "recupero" del Complesso monastico, che era stato donato all'Università dal Comune di Catania con l'impegno di sistemarvi la Facoltà di Lettere e Filosofia, proposito che inizialmente gli sembrò bizzarro. Oggi quei volumi in rovina, consumati da lungo abbandono e alterati dall'aggressione di usi impropri, sono "ridiventati spazi, di nuovo coordinati in sequenze armoniche, pieni di luce e vibranti di allegrezza". Sostiene l'Autore che "per immedesimarsi in una architettura significativa - comprenderla, nel senso di appropriarsene con la mente e coi sensi - bisogna entrarci dentro nel profondo, penetrare i misteri delle sue figure e dei suoi spazi; e solo allora si può essere in grado di riprogettarla". Così venne fuori il Progetto Guida dei Benedettini che dall'85 in poi ha cominciato ad essere realizzato percorrendo due vie parallele e strettamente complementari: quella degli interventi interni nel corpo del complesso originale "puntati a recuperare rigorosamente l'antica impalcatura morfologica e a convertirla, senza smagliarla, a sistemi di significati contemporanei" e a quella degli interventi esterni sul suo intorno immediato, "puntati a ricondurre tutto il visibile del grande complesso edificato ai modi di percezione che oggi ci sono propri, che ci consentono di distinguere i luoghi ormai senza vita contemporanea da quelli che, pur essendo antichi, nel presente hanno riacquistato un ruolo". Afferma, infine, De Carlo: " Tra le mie varie esperienze della Sicilia l'ultima, di Catania, è quella che mi ha più segnato. Perché dura da ventidue anni - una vita - perché mi ha offerto la possibilità di confrontarmi con sottili e inconsuete questioni di architettura, concettuali, di metodo e strumentali; perché nel suo corso ho avuto modo di progettare e costruire propri. Buchnummer des Verkäufers 27215

Bibliografische Details

Titel: Io e la Sicilia.
Verlag: Giuseppe Maimone Editore
Erscheinungsdatum: 1999
Einband: Soft cover
Zustand: new

ZVAB ist ein Internet-Marktplatz für neue, gebrauchte, antiquarische und vergriffene Bücher. Bei uns finden Sie Tausende professioneller Buchhändler weltweit und Millionen Bücher. Einkaufen beim ZVAB ist einfach und zu 100% sicher — Suchen Sie nach Ihrem Buch, erwerben Sie es über unsere sichere Kaufabwicklung und erhalten Sie ihr Buch direkt vom Händler.

Millionen neuer und gebrauchter Bücher bei tausenden Anbietern

Antiquarische Bücher

Antiquarische Bücher

Von seltenen Erstausgaben bis hin zu begehrten signierten Ausgaben – beim ZVAB finden Sie eine große Anzahl seltener, wertvoller Bücher und Sammlerstücke.

ZVAB Startseite

Erstausgaben

Erstausgaben

Erstausgaben sind besondere Bücher, die den ersten Abdruck des Textes in seiner ursprünglichen Form darstellen. Hier finden sie Erstausgaben von damals bis heute.

Erstausgaben

Gebrauchte Bücher

Gebrauchte Bücher

Ob Bestseller oder Klassiker, das ZVAB bietet Ihnen eine breite Auswahl an gebrauchten Büchern: Stöbern Sie in unseren Rubriken und entdecken Sie ein Buch-Schnäppchen.

Gebrauchte Bücher

Mehr Bücher entdecken