Il "Contra fatum" di Gregorio di Nissa nel dibattito tardo-antico sul fatalismo e sul determinismo.

Motta, Beatrice

Verlag: Fabrizio Serra Editore, 2008
ISBN 10: 8862270844 / ISBN 13: 9788862270847
Neu / Soft cover / Anzahl: 1
Verkäufer Libro Co. Italia Srl (San Casciano Val di Pesa, FI, Italien)
Bei weiteren Verkäufern erhältlich
Alle  Exemplare dieses Buches anzeigen

Über dieses Buch

Leider ist dieses Buch nicht mehr verfügbar. Bitte geben Sie Suchbegriffe in das untenstehende Formular ein, um ähnliche Exemplare zu finden.

Beschreibung:

Pisa, 2008; br., pp. 184, cm 17,5x25. (Studi sulla tardoantichità. Collana diretta da Claudio Moreschini. 2). Lo studio di Beatrice Motta costituisce un contributo di particolare interesse per quell'ambito degli studi filosofico-religiosi che, a causa della loro collocazione 'di frontiera', richiedono un metodo non facile e una particolare competenza - e per questo motivo sono assai rari. Una ricerca sul Contra fatum di Gregorio di Nissa, infatti, coinvolge una serie di problemi che hanno attinenza con la tradizione culturale cristiana e quella pagana insieme. Almeno fin dal secondo secolo d.C., i primi scrittori dell'apologetica cristiana avevano negato decisamente l'esistenza del fato, in quanto tale credenza avrebbe annullato il libero arbitrio umano e impedito ogni merito che potesse giustificare la salvezza dell'uomo; d'altra parte, la storia del pensiero greco e latino nell'età imperiale ci mostra come tale questione fosse sempre stata sentita particolarmente spinosa e di difficile soluzione. Gregorio di Nissa, quindi, si pone come punto di incontro - e di polemica - tra le due visioni contrapposte, quella cristiana e quella pagana. A questo si aggiunge una difficoltà ulteriore, e cioè che la questione del fato si era complicata in età imperiale a causa dell'incidenza che su di essa aveva assunto, e sempre più aveva sviluppato, l'interesse per l'astrologia, manifestazione e simbolo insieme della forza fatale. Una questione, questa, tanto più difficile quanto più diffusa era stata, soprattutto nei secoli del tardo Impero romano, la credenza nella astrologia, non solo tra i filosofi o le persone colte, ma anche negli strati più vari della società. La complessità di questa serie di problemi ha richiesto perciò una ricerca che tenesse conto delle argomentazioni antifatalistiche, non solo di quelle che erano state proposte fin dalla età ellenistica, ma anche di quelle che erano state elaborate dallo sviluppo del pensiero filosofico nel corso dei secoli dell'Impero. È stata poi necessaria anche una conoscenza adeguata del pensiero cristiano dell'epoca; l'Autrice ha esaminato la tradizione della religione cristiana, le varie discussioni antifatalistiche del pensiero greco-romano e le considerazioni svolte dagli antichi in sostegno della astrologia con un approccio sostenuto da un rigoroso metodo filologico, oltre che da ricche conoscenze filosofiche. Sommario: C. Moreschini, Presentazione. Introduzione. Perché il Contra fatum. I. Il Contra fatum nella polemica antifatalistica-antiastrologica e nel dibattito sul determinismo: l'astrologia; Principi tecnici dell'astrologia antica: I segni e i loro reciproci rapporti; I pianeti e i loro reciproci rapporti; Combinazioni di segni e pianeti; la pratica astrologica; La polemica antiastrologica nel pensiero cristiano antico: Filone di Alessandria: De providentia I, 77-88; Origene: Philocalia 23; Basilio di Cesarea: Hexaemeron VI, 5-7. II. La posizione dell'interlocutore pagano di Gregorio (Il testo. Parte I): Le tesi dell'interlocutore di Gregorio; Il filosofo interlocutore di Gregorio; L'interlocutore di Gregorio e lo stoicismo; La giustificazione stoica della responsabilità e della libertà umane; Stoicismo e astrologia. III: La posizione di Gregorio (Il testo. Parte II): La confutazione filosofica del determinismo e l'incongruenza dell'astrologia: 1. Non esiste il destino perché non vi è un rapporto di causalità necessaria fra i movimenti dei corpi celesti e le vicende terrene e umane(Il destino è l'istante temporale via via presente; La dottrina aristotelica dell'eternità del mondo; La dossografia tardo-antica sulla questione della generazione del mondo; Il confronto con la filosofia greca sulla questione dell'origine del mondo nella I omelia dell'Esamerone di Basilio; Gregorio e il tempo creato); 2. L'uso e la presenza di argomentazioni antiastrologiche 'classiche' nel Contra fatum (L'argomentazione della determinazione del momento esatto della nascita - Sesto Empirico: Adve. Buchnummer des Verkäufers 1814157

Bibliografische Details

Titel: Il "Contra fatum" di Gregorio di Nissa nel ...
Verlag: Fabrizio Serra Editore
Erscheinungsdatum: 2008
Einband: Soft cover
Zustand: new

ZVAB ist ein Internet-Marktplatz für neue, gebrauchte, antiquarische und vergriffene Bücher. Bei uns finden Sie Tausende professioneller Buchhändler weltweit und Millionen Bücher. Einkaufen beim ZVAB ist einfach und zu 100% sicher — Suchen Sie nach Ihrem Buch, erwerben Sie es über unsere sichere Kaufabwicklung und erhalten Sie ihr Buch direkt vom Händler.

Millionen neuer und gebrauchter Bücher bei tausenden Anbietern

Antiquarische Bücher

Antiquarische Bücher

Von seltenen Erstausgaben bis hin zu begehrten signierten Ausgaben – beim ZVAB finden Sie eine große Anzahl seltener, wertvoller Bücher und Sammlerstücke.

ZVAB Startseite

Erstausgaben

Erstausgaben

Erstausgaben sind besondere Bücher, die den ersten Abdruck des Textes in seiner ursprünglichen Form darstellen. Hier finden sie Erstausgaben von damals bis heute.

Erstausgaben

Gebrauchte Bücher

Gebrauchte Bücher

Ob Bestseller oder Klassiker, das ZVAB bietet Ihnen eine breite Auswahl an gebrauchten Büchern: Stöbern Sie in unseren Rubriken und entdecken Sie ein Buch-Schnäppchen.

Gebrauchte Bücher

Mehr Bücher entdecken